mercoledì, dicembre 10, 2008

Dolce nella memoria

Sabato 13 dicembre alle ore 16, presso il museo Diocesano ci sarà una commemorazione del compianto Don Luigi Porro.
Per me, come per tutti quelli che lo conoscevano, era Il Maestro, o meglio ancora "U Meistro".
Lui è stato fondatore direttore e anima del coro amatoriale più importante di Genova, inizialmente denominato "Campodonico" e poi ri-nominato "Coro Polifonico Januensis", che è stato coro "ufficiale" della Cattedrale già dai tempi di Monsignor Giuseppe Siri.
Don Porro è stato un musicista sensibilissimo e raffinato, che ha portato il Coro Januensis ad essere conosciuto ed apprezzato in tutta Italia e anche all'estero, dove ha vinto concorsi, partecipato a rassegne, tenuto concerti, avuto apprezzamenti e riconoscimenti unanimi, il tutto sempre in gioia e allegria.
E il merito era sempre di quel piccolo uomo schivo, ma sensibilissimo.
Con lui le prove erano un divertimento, anche quando si arrabbiava perché magari qualche corista chiacchierava troppo (quante chiacchiere ho fatto :) ) otteneva il silenzio ma sempre con quella sua aria pacata.
Tra le sue mani sono passate intere generazioni di musicisti genovesi, cresciuti anche grazie a lui, che dava opportunità a tutti di fare musica insieme.
Ancora oggi e per molti anni a venire la sua presenza si avverte in maniera tangibile quando si sente suonare o cantare qualcuno che abbia lavorato con lui; e quando un domani non si avvertirà più perchè tutti invecchiamo Genova avrà perso una grande fetta della sua anima musicale...
Ho passato circa 10 anni in quel coro, in quei cori, e avrei da raccontare miriadi di episodi che lo riguardano, era una persona davvero speciale, e il mio unico rimpianto nei suoi confronti è di non essergli stata vicina anche dopo avere smesso di cantare.
Forse la cosa che può aiutare a far capire meglio il carattere gioioso e semplice di Don Porro è raccontare di quando andava in Svizzera a comprare la musica, e non c'era volta che non tornasse sia con la musica (fondamentale nella sua vita) che con chili di cioccolata per i suoi coristi :D

2 commenti:

max - la piccola casa ha detto...

tantissimi auguri di buone feste e felicissimo anno nuovo!

Anonimo ha detto...

sono passata per caso perchè ho letto la descrizione bellissima che hai fatto di Don Porro ... era proprio così, anche il mio papà cantava nel coro ... magari lo ricordi era uno dei vecchi ... Vittorio Zannini, con Don Porro erano amici fraterni lo chiamava semplicemente Gigi, che bei tempi e quanta nostalgia! ciao Orietta